Accolto il monito di Letta: la Lega si astiene su coprifuoco e sfiducia a Speranza proposti da FDI

Il neo segretario del PD Enrico Letta nelle ultime ore ha lanciato una provocazione a mo di monito al leader della Lega Matteo Salvini intimandogli di decidere da che parte stare se in maggioranza o all’opposizione.

La ramanzina del PD a Salvini

Secondo Letta infatti, Salvini non può stare nel Governo con una maggioranza di giorno e su Facebook a fare opposizione di sera, un pensiero questo che sui social nei commenti al leader leghista è espresso da molti suoi sostenitori o in generale da quello di centrodestra. Il monito di Letta sembra aver colto nel segno, infatti dalle ultime dichiarazioni di Salvini la Lega si asterrà da due bordate portate in aula da Giorgoa Meloni e Fratelli d’Italia.

Giorgia lasciata sola contro il Governo

Domani l’unico partito di opposizione porterà in Parlamento l’ordine del giorno per abolire il coprifuoco e Salvini con la Lega, appunto, non voteranno. Fatto incomprensibile visto che proprio Salvini sui social ogni giorno parla di abolire il coprifuoco ed ha lanciato un ashtag e una raccolta firme. Stesso identico discorso per la mozione di sfiducia presentata dalla Meloni per fat dimettere il Ministro Roberto Speranza, con Salvini sui social che chiede la stessa cosa ma che in aula non voterà il provvedimento di Fratelli d’Italia. Insomma pare che la Lega sia sdoppiata, di giorno forza di Governo in parlamento, di sera forza di opposizione sui social network.