Anziani morti: l’INPS recupera 11mld dalle pensioni per fare il reddito di clandestinità

Nei giorni scorsi hanno fatto clamore le intenzioni del Presidente dell’inps a 5 Stelle Tridico, rilanciate anche dal senatore pentastellato Di Piazza, con cui (secondo loro) sarebbe il caso di abbassare da 10 a 5 o meglio a 2 anni il tempo di residenza in Italia per consentire agli immigrati di percepire il reddito di cittadinanza. In molti si chiedevano, ma i soldi dove li prendono? Una risposta l’ha provata a dare “QuiFinanza” che attraverso uno studio ha rilevato che, causa i morti fatti dalla pandemia che ha colpito al 90% la popolazione anziana e quindi pensionata, l’INPS risparmierà ben 11 miliardi di euro vedendo schizzare in positivo i suoi bilanci. Da questo si può dedurre da dove verranno presi i soldi, semmai questa demenzialità potrebbe trovare attuazione, per dare il reddito di cittadinanza o meglio di clandestinità a chiunque arrivi nel nostro Paese. Politicamente il M5S si è già pronunciato favorevole mentre agli alleati del PD non bisogna nemmeno chiedere visto che come sogno nel cassetto hanno la cittadinanza facile e per tutti coloro che sbarcano, il famoso Ius soli.