Le comiche. La Sinistra ha un nuovo leader: Fedez. La sinistra ha due nuovi nemici: Pio e Amedeo

Il primo endorsement arriva dall’ex segretario del PD Nicola Zingaretti “Fedez ha citato frasi ed espressioni di alcuni politici della Lega. Forse ora se ne vergognano, ma certo la soluzione non può essere la censura di un artista. Ricordiamoci che ci sono esseri umani picchiati e offesi solo per quello che sono. Dovrebbe essere naturale approvare una legge che li tuteli. Questa è la legge Zan e va approvata.”

Ogni lavoratore che il partito di questo signore ha costretto a restare a casa, ogni disoccupato che il partito di questo signore ha relegato in mezzo a una strada con il jobs act, dovrebbe cantargliele per bene altro che Fedez.

Ed ecco che dopo aver elevato Fedez a leader la sinistra si crea due nuovi nemici. Salvini e Meloni? No. Pio e Amedeo. Il monologo del duo comico contro il politically correct non è andato giù alla sinistra d’elitè che dopo averci rinchiuso in casa, messo la mascherina e dato ordini su come e dove muoverci non ha mai abbandonato il vecchio sogno di insegnarci anche a parlare. Quella parola va bene quell’altra e fascista, razzista, omofoba. Ed ecco che Pio e Amedeo sono diventati i nemici su cui puntare l’indice democratico. sono diventati i mostri da educare e guai a dire che sono due comici, che la loro è ironia. No. Quella di Pio e Amedeo è una malattia che va curata e la sinistra ha il miglior vaccino sul mercato: la censura. I comici non sono Pio e Amedeo, i comici sono loro.