ONG nuove intercettazioni. “Con i soldi delle donazioni svoltiamo, sennò mi toccava fare il barista”

Continuano a uscire intercettazioni scottanti dall’inchiesta sulla ONG dei centri sociali “Mare Jonio” capitanata dall’ex no global Casarini ora leader dei “restiamo umani” antinazionali. Così in una intercettazione telefonica oltre alla ormai famosa “brindiamo a champagne” dopo aver appreso che avrebbero bonificato centinaia di migliaia di euro sul conto della ONG, per aver quantificato 4mila euro a clandestino trasportato, Casarini si è lasciato andare ad una confessione che caratterizza tutta la sua umanità, tutta la umanità che le ONG mettono nella loro missione di “salvare vite in mare” ed al suo interlocutore che diceva “bello gestire i soldi delle donazioni mi diverte” Luca Casarini risponde “abbiamo svoltato. Meno male, sennò mi toccava andare a lavorare, mi toccava andare a fare il barista”. Quanta umanità nelle sue parole. Parole che sconfessano tutti quei complottisti che vedono un business dietro il traffico degli esseri umani operato da certe ONG. Nessun affare, niente soldi, ma solo una missione da brindare a champagne tra centinaia di migliaia di euro e donazioni per evitare a Casarini di andare a lavorare. Restate umani.